Sei in: HomeResidenza per anziani » Richieste ospitalità » Modalità di inserimento

Modalità di inserimento

Per poter essere accolto in Residenza è necessario che l'Anziano sia in possesso di impegnativa di residenzialità di primo e secondo livello emessa dall'AUlss. L'ammissione al trattamento di residenzialità e l'inserimento in graduatoria viene definita in sede di Valutazione Multidimensionale Distrettuale tramite l'utilizzo della scheda S.V.A.M.A. (Scheda per la Valutazione Multidimensionale delle Persone Adulte e Anziane).

Possono accedere Anziani non autosufficienti di età superiore ai 60 anni, con bisogni socio-assistenziali di intensità minimo-ridotta e media.
Nelle 24 ore precedenti l'ingresso viene fissato un colloquio con la famiglia del futuro Ospite, allo scopo di raccogliere tutte le informazioni utili all'attivazione dei servizi, di concordare tempi e modalità per l'inserimento e di effettuare gli adempimenti burocratici.   

L'ingresso in Struttura viene realizzato nei giorni dal lunedì al giovedì, affinché sia possibile una presa in carico immediata da parte del medico, il quale visita l'Anziano e imposta le attività infermieristiche. La figura preposta ad accogliere l'Ospite e i Familiari è il coordinatore infermieristico e quello assistenziale, che segue anche le prime fasi dell'inserimento. Nei primi giorni successivi all'ingresso, le varie figure professionali fanno la conoscenza del nuovo Ospite, effettuano una prima valutazione dei bisogni e attivano i servizi. Nel corso dell'inserimento, la psicologa incontra i Familiari per accompagnarli in questa fase e per raccogliere informazioni che possono favorire l'adattamento dell'Anziano alla Struttura.

Icona documenti